Baldi_Zingaretti

Welfare Lazio:dopo 16 anni la legge

Cari amici,

dopo 16 anni il Lazio finalmente ha una legge sulle politiche sociali la n° 328. Doveva essere recepita dalle regioni nel 1999 e il Lazio non l’aveva mai fatto E’ incredibile che nessuno ci fosse mai riuscito prima! Noi ci siamo riusciti mettendo al centro delle nostre politiche la Persona e soprattutto chi ha più bisogno, noi come Consiglio regionale l’abbiamo fatto.

  1. Servizi per le famiglie con bambini nella prima infanzia, investiamo 78 milioni:
  • L’apertura di nuovi asili nido:3 milioni di euro per aprire 17 nuovi asili nido già dal prossimo settembre. Altri 3 milioni di euro per aprire almeno 18 nuovi asili aziendali. In totale 1.460 nuovi posti asilo.
  • buoni-servizio per pagare la retta dell’asilo: 150/200 euro mensili, per tre anni, da utilizzare presso tutte le tipologie di asilo nido del Lazio. 
  1. Servizi per nuclei famigliari con anziani over 75 e con ridotta autosufficienza:
  • Buoni-servizio per favorire l’accesso ai servizi di curaanche ai nuclei familiari a basso reddito (assistenza domiciliare, retta di accesso in strutture semiresidenziali, assunzione di assistenti famigliari): 300/500 euro mensili.
  • nuovi servizi di accoglienza e prossimità per anziani: 9 milioni di euro per aprire nuovi centri per 500 anziani.

3.Sport per i minori nelle famiglie più vulnerabili:

  • tante iniziative per promuovere l’inclusione delle famiglie con minori attraverso lo sport; lo sviluppo di reti tra agenzie educative, sportive, sociali e del lavoro, con particolare attenzione ai nuclei familiari fragili. Agli sciacalli della politica lasciamo la demagogia di chi chiede solo repressione, noi da oggi cerchiamo di fare soprattutto prevenzione. Noi lavoriamo perché non ci siano giovani pusher e giovani criminali ma giovani che imbocchino strade virtuose.

4.Interventi di contrasto alla povertà che prevedano specifiche misure di inclusione attiva:

  • 9,8 milioni sulla programmazione deipiani di zona:con le misure specifiche di contrasto alla povertà;
  • 25 milioni per i servizi sociali innovativi: destinati all’inclusione sociale da risorse POR-FSE;
  • 5mln per il nuovo “bando povertà”: alla sua seconda edizione, nella prima finanziati 76 progetti con circa 8mln.

Sembrava un sogno tre anni fa perché eravamo coperti dai debiti, oggi poter dire che diamo a chi ne ha più bisogno è un passo per rendere un po’ più giusta questa Regione ed essere più vicini alla vita delle famiglie. A chi ha saputo fare solo polemica abbiamo risposto oggi con gli ulteriori stanziamenti per il sociale: ben 291 milioni di euro!Peccato che certa informazione preferisca sempre il piccolo gossip, la polemica strumentale o la critica distruttiva piuttosto che parlare di queste cose e raccontare l’entusiasmo per questa legge di tutto il mondo del volontariato, della Caritas delle tante famiglie che finora per un diritto dovevano girare 14 diversi sportelli per un parente non autosufficiente, una via crucis mortificante, mentre oggi ne basterà uno solo  raggiungibile anche per telefono.

Insomma i cambiamenti sono tanti. Per chi vuole saperne di più, tempo 15 giorni per la pubblicazione della Legge,  noi saremo pronti non solo a inviarla ma anche a dare tutte le spiegazioni a chi ne vorrà avere(0665937061).

 

Condividi