Giu 23

Lettera agli amici – Giugno 2016

Cari amici,

vorrei ricordare che grazie a voi nel 2013 ho raccolto quasi 15.000 preferenze.Nel frattempo alcuni hanno preso strade diverse, ma quelli che sono arrivati sono sicuramente di più.

E’ evidente quindi, che per quanto io possa lavorare dalla mattina alla sera (festivi compresi) senza mai risparmiarmi è materialmente impossibile che possa relazionarmi con tutti voi singolarmente. Ecco il perché di questa “Lettera agli amici” (che sarebbe opportuno divulgaste voi personalmente o comunicandoci gli indirizzi mail dei vostri amici che ritenete interessati), un modo con cui cercare di comunicare una parte di quello che faccio personalmente e delle opportunità della Regione Lazio. E soprattutto una segreteria(0665932967 – 7061) che invece vedo sottoutilizzata da moltissimi di voi, perdendo di conseguenza una serie di opportunità.

Tutte le persone che sono con me hanno come prima regola l’essere disponibili nei vostri confronti, sta a voi usufruirne nel modo migliore, trasparente e concreto possibile.

E a questo proposito vi informo su alcune novità importanti:

  1. Innanzitutto vi ricordo la Terza edizione dell’ottima iniziativa “Torno subito”, un bando riservato giovani universitari o laureati dai 18 ai 35 anni che potranno godere di alta formazione ed esperienze in ambito lavorativo in contesti internazionali e nazionali, il cui bando scade sabato 25 giugno per info: http://www.tornosubito.laziodisu.it/notizie/online-formulario-partecipare-torno-subito-2016-compila-la-domanda-sali-al-volo/
  1. Abbiamo presentato il ‘Fondo Futuro’, il fondo regionale per il microcredito e la microfinanza attraverso il quale come Regione stanziamo 35 milioni di euro. Il fondo sarà accessibile fino al 14 ottobre 2016 e mette a disposizione finanziamenti a tasso agevolato per chi ha un’idea imprenditoriale ma ha difficoltà di accesso al credito bancario. E’ destinato ad imprese esistenti, nuovi progetti e nuove esperienze imprenditoriali. Le risorse saranno così suddivise:
  • 3 milioni di euro per i giovani fino a 35 anni;
  • 2 milioni per gli over 50;
  • 5 milioni per i soggetti più deboli con reddito inferiore ai 21.000 euro;
  • 5 milioni per i lavoratori svantaggiati;
  • 15 milioni sono destinati a tutti gli altri.

I progetti idonei potranno beneficiare di prestiti di importo compreso tra 5.000 e 25.000 euro, da restituire al tasso di interesse dell’1%, e dovranno realizzarsi entro 12 mesi dall’ottenimento del prestito. Il fondo non richiede né garanzie personali, né garanzie particolari: si tratta di fondi europei che stavano tornando a Bruxelles e che abbiamo rimodulato per poterli rimettere in circolo nell’economia laziale.

  1. L’altra grande novità è: il rimborso dell’Irap per le startup che abbiano almeno una sede operativa nel Lazio e abbiano effettuato versamenti Irap per i primi due esercizi fiscali senza aver già ottenuto da altre amministrazioni la restituzione delle somme. Il rimborso fiscale sarà totale o parziale e riguarderà l’Irap dei primi due esercizi fiscali, ma potrà essere richiesto anche per un solo esercizio. Le richieste potranno essere presentate dal 1 al 15 settembre 2016. Le imprese che vorranno accedere al contributo regionale dovranno compilare la richiesta di contributo che si può scaricare dal sito della Regione Lazio e trasmetterla esclusivamente tramite posta elettronica certificata (pec), all’indirizzo: ricercainnovazionegreeneconomy@regione.lazio.legalmail.it;

Anche questa volta abbiamo cercato il modo migliore per rilanciare l’economia laziale, creando lavoro e mettendo le aziende nella condizione economica migliore per poter avviare al meglio l’attività. Il lavoro per me è il primo problema del nostro paese e ogni giorno dobbiamo trovare soluzioni.

E una buona notizia è che nel primo trimestre 2016 l’Istat ha certificato un ulteriore miglioramento del mercato del lavoro nel Lazio. Tendenze e fatti positivi, ma ovviamente non ci fermiamo e andiamo avanti perché se c’è un impegno feroce i risultati arrivano!

Un caro saluto,

Michele

P.S.: A tutti quelli che mi hanno chiesto un parere sul voto dico solo una cosa: “Il popolo ha sempre ragione”. Sta a noi con il nostro impegno, la nostra capacità, la nostra onestà, la nostra passione sincera saperlo conquistare. Perché alla fine il bene supremo rimane sempre e solo: Roma e la sua gente.