BALDI_DIFRANCISCA

BALDI: APPROVATO MIO EMENDAMENTO SU ECCELLENZE SPORTIVE

(OMNIROMA) Roma, 06 AGO – “E il vento della buona politica dalla Regione Lazio arriva fino a Rio. Infatti dopo la lunga maratona, durata quasi 26 ore, in Consiglio regionale per votare il collegato, è stato approvato anche il mio emendamento sulla valorizzazione delle eccellenze sportive, con la volontà e il contributo di tutte le forze politiche. Questo emendamento, che rappresenta una vera e propria legge, oggi finalmente dà uno strumento forte e concreto a tutte quelle realtà sportive di cui ci si ricorda solo in certe occasioni come le Olimpiadi. Oggi il Lazio si dota di strumenti importanti promuovendo e valorizzando le società e le associazioni sportive dilettantistiche che svolgano attività sportiva agonistica nel territorio regionale e che si siano distinte per aver determinato la crescita e l’affermazione di giovani talenti, conseguendo risultati di eccellenza nelle manifestazioni e iniziative sportive regionali, nazionali e internazionali”. Così in una nota Michele Baldi, capogruppo della Lista civica Nicola Zingaretti al Consiglio regionale del Lazio.

“Concedendo loro la possibilità di accedere, a seguito di avviso pubblico, a contributi per la realizzazione di iniziative e manifestazioni sportive dirette a promuovere la pratica sportiva agonistica e la conoscenza delle varie discipline, in particolare di quelle che hanno minore risonanza sui mezzi di comunicazione; per l’attuazione di campagne di informazione e formazione sui rischi per la salute derivanti dall’uso di farmaci, integratori, sostanze dopanti; per la riqualificazione e l’ammodernamento degli impianti sportivi e infine per l’acquisto di attrezzature e di equipaggiamenti per lo svolgimento delle attività sportive che meglio favoriscano il miglioramento delle prestazioni e garantiscano la protezione dell’incolumità degli atleti.

E il plauso ricevuto personalmente da Giovanni Malagò da Rio de Janeiro è la dimostrazione che abbiamo fatto una cosa importante per lo sport del Lazio. Ancora più significativo è che tutto questo avvenga proprio il primo giorno di gare di queste Olimpiadi 2016. L’augurio è che per le prossime ci possano essere atleti che sono arrivati lì sfruttando questa legge ma che soprattutto la passione di tanti possa trovare il giusto supporto per avvicinare tanti più giovani alla cultura e alla pratica dello sport che è la vera vita”, conclude la nota.

Condividi
Baldi_Violenzadonne

CONTRO VIOLENZA DONNA FARE RETE E INFORMAZIONE

Ho partecipato a un importante convegno “No Violence” ideato dal fotografo Michele Simolo. Davanti a più di duecento persone ho ricordato la legge che come Regione Lazio abbiamo votato contro la violenza alle donne e che rappresenta un contributo innovativo e forte per tutte le altre Regioni d’Italia. Quello che emerge in questa vera battaglia, frutto anche di un’arretratezza culturale in cui il nostro paese consentiva il delitto d’onore fino al 1981, è la necessità di parlarne, di fare informazione, ma soprattutto di fare rete ai vari livelli istituzionali. Contro la violenza non si vince con il silenzio, ma reagendo in modo forte e coinvolgendo più realtà possibili. Per questo plaudo all’ottima iniziativa messa in campo dal capace e dinamico direttore Generale della Asl Roma 5 Vitaliano de Salazar che, a tutto il personale, ha inviato la lettera che integralmente riporto:

“Gentilissime,
anche in questi giorni abbiamo assistito ad altri due atti barbarici contro le donne. Atti la cui crudeltà, e soltanto il pensiero di poterli commettere lascia esterrefatti, ci fa vergognare di essere uomini.
In qualità di datore di lavoro, che ha a cuore il benessere delle proprie dipendenti voglio rappresentarvi che la nostra Azienda già si è attivata ad avviare il percorso rosa presso l’Ospedale di Tivoli, cui dovranno seguire altre iniziative di prevenzione di concerto con i centri antiviolenza poiché è tempo che tali iniziative devono far parte della mission aziendale. Sento il dovere di trasmettervi ulteriormente il coraggio di denunciare eventuali violenze, anche solo psicologiche che potreste subire. Il primo passo è quello di parlarne con qualcuno. In tal senso l’ambiente di lavoro il/la collega più vicino può essere un valido aiuto. Fatelo, non abbiate timore. Confidarsi, parlarne è la prima azione da fare. Non isolatevi, non vergognatevi, uscite dai vostri pensieri che possono diventare circolari, impotenti, senza approdare a nulla. Non lasciatevi trasportare dalla comprensione, dal perdonare “tali gesti imperdonabili”.Nessuno appartiene a nessuno. Abbiate cura di voi. Auguro a tutte buone vacanze.”

Sgretoliamo il muro del silenzio e della violenza!

Baldi_Subiaco

OSPEDALE SUBIACO: Aperto nuovo reparto lungodegenza

Quando siamo arrivati in Regione ci siamo trovati con il decreto 80 che cancellava e chiudeva tra gli altri anche l’ospedale di Subiaco. Un’ingiustizia e uno sbaglio per tanti cittadini.Ci abbiamo lavorato malgrado le sterili e inutili polemiche di qualcuno. E con la 368 abbiamo salvato l’Ospedale di Subiaco così come tanti altri. In questi mesi con il dinamico e capace Direttore generale Vito De Salazar lo abbiamo potenziato e questa mattina, una caldissima mattinata d’agosto, insieme al Presidente Zingaretti e al bravissimo Sindaco di Subiaco Francesco Pelliccia abbiamo inaugurato il nuovo reparto di lungodegenza. E non finisce qui a cominciare a breve dalla ristrutturazione del nuovo Pronto soccorso. Gli altri parlano noi facciamo, anche se pochi lo raccontano.  – CONTROINFORMAZIONE MILITANTE –

Baldi_Zingaretti

Welfare Lazio:dopo 16 anni la legge

Cari amici,

dopo 16 anni il Lazio finalmente ha una legge sulle politiche sociali la n° 328. Doveva essere recepita dalle regioni nel 1999 e il Lazio non l’aveva mai fatto E’ incredibile che nessuno ci fosse mai riuscito prima! Noi ci siamo riusciti mettendo al centro delle nostre politiche la Persona e soprattutto chi ha più bisogno, noi come Consiglio regionale l’abbiamo fatto.

  1. Servizi per le famiglie con bambini nella prima infanzia, investiamo 78 milioni:
  • L’apertura di nuovi asili nido:3 milioni di euro per aprire 17 nuovi asili nido già dal prossimo settembre. Altri 3 milioni di euro per aprire almeno 18 nuovi asili aziendali. In totale 1.460 nuovi posti asilo.
  • buoni-servizio per pagare la retta dell’asilo: 150/200 euro mensili, per tre anni, da utilizzare presso tutte le tipologie di asilo nido del Lazio. 
  1. Servizi per nuclei famigliari con anziani over 75 e con ridotta autosufficienza:
  • Buoni-servizio per favorire l’accesso ai servizi di curaanche ai nuclei familiari a basso reddito (assistenza domiciliare, retta di accesso in strutture semiresidenziali, assunzione di assistenti famigliari): 300/500 euro mensili.
  • nuovi servizi di accoglienza e prossimità per anziani: 9 milioni di euro per aprire nuovi centri per 500 anziani.

3.Sport per i minori nelle famiglie più vulnerabili:

  • tante iniziative per promuovere l’inclusione delle famiglie con minori attraverso lo sport; lo sviluppo di reti tra agenzie educative, sportive, sociali e del lavoro, con particolare attenzione ai nuclei familiari fragili. Agli sciacalli della politica lasciamo la demagogia di chi chiede solo repressione, noi da oggi cerchiamo di fare soprattutto prevenzione. Noi lavoriamo perché non ci siano giovani pusher e giovani criminali ma giovani che imbocchino strade virtuose.

4.Interventi di contrasto alla povertà che prevedano specifiche misure di inclusione attiva:

  • 9,8 milioni sulla programmazione deipiani di zona:con le misure specifiche di contrasto alla povertà;
  • 25 milioni per i servizi sociali innovativi: destinati all’inclusione sociale da risorse POR-FSE;
  • 5mln per il nuovo “bando povertà”: alla sua seconda edizione, nella prima finanziati 76 progetti con circa 8mln.

Sembrava un sogno tre anni fa perché eravamo coperti dai debiti, oggi poter dire che diamo a chi ne ha più bisogno è un passo per rendere un po’ più giusta questa Regione ed essere più vicini alla vita delle famiglie. A chi ha saputo fare solo polemica abbiamo risposto oggi con gli ulteriori stanziamenti per il sociale: ben 291 milioni di euro!Peccato che certa informazione preferisca sempre il piccolo gossip, la polemica strumentale o la critica distruttiva piuttosto che parlare di queste cose e raccontare l’entusiasmo per questa legge di tutto il mondo del volontariato, della Caritas delle tante famiglie che finora per un diritto dovevano girare 14 diversi sportelli per un parente non autosufficiente, una via crucis mortificante, mentre oggi ne basterà uno solo  raggiungibile anche per telefono.

Insomma i cambiamenti sono tanti. Per chi vuole saperne di più, tempo 15 giorni per la pubblicazione della Legge,  noi saremo pronti non solo a inviarla ma anche a dare tutte le spiegazioni a chi ne vorrà avere(0665937061).

 

Sindacati_AMS

BALDI: AMS SMEMBRATA PER INTERESSI INCONFESSABILI

(DIRE) Roma, 14 lug. – “Condivido pienamente la preoccupazione
dei sindacati per Ams (Alitalia Maintenance Systems).
Sono stato da sempre vicino ai lavoratori in una vicenda che per quanto mi
riguarda non sarebbe neanche dovuta cominciare.
Uno dei gioielli dell’impresa italiana, e con risorse professionali straordinarie,
smembrato per interessi inconfessabili che prima o poi spero possano essere portati alla luce del sole da chi di dovere.
E dopo tante vicissitudini, Ams e’ stata acquisita dalla societa’ Iag che ancora non ha fatto chiarezza sia sul rilancio dell’officina di Fiumicino sia sul futuro dei 240 lavoratori oggi
in mobilita’ per i quali come Regione Lazio, insieme al Presidente Zingaretti e all’Assessore Valente, tanto ci siamo impegnati. Per quanto mi riguarda, alla luce delle non risposte
da parte di Iag, continuero’ a vigilare nella speranza che anche da parte degli altri livelli istituzionali, direttamente interessati in questa vicenda, ci sia l’attenzione e la sensibilita’ necessarie a dare una risposta ai lavoratori. Lavoratori che peraltro hanno dimostrato in questi anni una serieta’ di comportamenti, che definirei esemplare, evitando fino a oggi forme di protesta clamorose che pure sarebbero state giustificate.
Ma non bisogna abusare della pazienza delle persone per bene”. Cosi’ in un comunicato Michele Baldi, Capogruppo della Lista Civica Nicola Zingaretti al Consiglio Regionale del Lazio.
Baldi_Banfi

Tanti auguri Lino!

Auguri amico Lino, 80 anni portati come un ventenne!
Grazie per l’allegria, la semplicità, l’umanità e la grande amicizia che hai regalato a me e a tutti in questi anni.
A dimostrazione che l’eterna giovinezza è uno stato della mente e del cuore,
non un dato anagrafico.
Notti di cinema

BALDI: CANCELLARE NOTTI CINEMA A PIAZZA VITTORIO E’ UCCIDERE CULTURA CITTA’

Roma, 8 lug. (AdnKronos) – ”Aver cancellato l’Estate Romana ed eventi
come Notti di Cinema a Piazza Vittorio, vuol dire far morire
definitivamente quelle isole di cultura e aggregazione che ancora
sopravvivevano in questa Città. Il grido di dolore dell’Anec /Agis
Lazio, a cui mi associo, è il grido di dolore di una Città che non può
rassegnarsi a situazioni come questa”. Così in una nota Michele Baldi,
Capogruppo della Lista Civica Nicola Zingaretti al Consiglio Regionale
del Lazio.
      “Ho vissuto personalmente le notti a Piazza Vittorio: non solo cultura
ma anche aggregazione e voglia di far vivere una piazza che adesso
tornerà buia in tutti i sensi. Roma ha bisogno di accendere luci non
di spegnerle. I teatri sono in crisi senza alcun aiuto, i cinema sono
in crisi con pochi aiuti, se adesso chiudiamo anche una delle arene
estive più importanti della Capitale è davvero la fine” sottolinea
Baldi.
“E ricordiamoci che tutto questo per Roma ha sempre rappresentato una
realtà importante anche sotto il profilo occupazionale: il cinema con
Cinecittà (quasi chiusa pure quella) e tutte le sue maestranze, sono
una risorsa che Roma deve recuperare. Io mi auguro e chiedo con forza
che finita la campagna elettorale, i gossip, le liturgie partitiche,
qualcuno, passando ora dalla protesta al governo, possa continuare a
far vivere un’esperienza come quella di Notti di Cinema a Piazza
Vittorio, uno dei fiori all’occhiello di questa città” conclude
Baldi.